Come Minare Bitcoin

Il bitcoin mining è il processo alla base dell’esistenza di tutte le criptovalute. Sostanzialmente, consiste nel decriptare codici sempre più complessi tramite un computer, cosicché mentre si mantiene in vita la blockchain, si viene anche ricompensati con moneta digitale.

L’attività di bitcoin mining può essere vista come una risorsa per guadagnare denaro extra e, automaticamente, investirlo, dal momento che il valore del bitcoin su larga scala è in progressiva crescita (il bitcoin che minato oggi vale 8.000 dollari, può valerne 10.000 tra un anno). È una procedura, però, che richiede comunque un minimo di investimento. Vediamo perché.

COME MINARE BITCOIN

I metodi per minare bitcoin sono sostanzialmente due: sfruttare la potenza di calcolo del proprio computer o affidarsi al cloud mining.In entrambi i casi, il primo passo è quello di procurarsi un bitcoin wallet, un portafoglio digitale che ci permetterà di conservare i bitcoin guadagnati e fare transazioni. Esistono diverse categorie di wallet:

  • Online wallet: sono i meno sicuri, ma anche i più facili da utilizzare. Spesso è sufficiente registrarsi a un sito per avere accesso ad un proprio portafoglio bitcoin.
  • Desktop wallet: a differenza di quelli online, richiedono l’installazione di un software sul proprio PC, ma sono altrettanto facili da utilizzare.
  • Hardware wallet: i più sicuri in assoluto, anche se sono meno immediati nell’utilizzo. Ne esistono alcune soluzioni in vendita per diverse fasce di prezzo.

ASIC MINER

ASIC MINER

Come già accennato, minare bitcoin significa utilizzare un computer per decriptare blocchi di dati protetti con crittografia SHA-256. Col passare del tempo, però, l’attività è diventata sempre più complessa e la potenza di calcolo necessaria è sempre maggiore, tanto che è diventato praticamente impossibile (e pressoché inutile) tentare di minare bitcoin con un comune personal computer. L’unica soluzione per minare bitcoin sfruttando il proprio hardware è affidarsi ai cosiddetti ASIC MINER, computer pensati e progettati proprio per il bitcoin mining. Non solo essi sono in grado di fornire una maggiore potenza di calcolo, ma richiedono anche un minore dispendio energetico rispetto a un computer normale (sarebbe davvero sconveniente se il costo della bolletta per l’elettricità superasse il guadagno in bitcoin).
Una volta acquistato l’hardware giusto, non resta che procurarsi un software per minare bitcoin, installarlo e avviarlo. Ce ne sono di compatibili con tutte le piattaforme e i sistemi operativi e sono scaricabili dalla rete. Una volta avviato il programma, la potenza di calcolo del tuo computer andrà ad alimentare la blockchain e tu potrai iniziare a guadagnare bitcoin per ogni blocco di dati decriptato.

CLOUD MINING

CLOUD MINING

D’altra parte, anche utilizzando un computer ASIC, la potenza di calcolo e il dispendio energetico necessari a garantire un effettivo guadagno rimangono elevatissimi.
Ecco perché oggi il metodo migliore di mining è considerato il cloud mining.
In questo caso, sarà la società di Cloud Mining a mettere a disposizione l’hardware e ad occuparsi di minare i bitcoin al posto nostro in cambio di un canone periodico. E’ come affittare una determinata potenza di calcolo da una macchina enorme e guadagnare bitcoin in maniera proporzionale alla quantità (hash-rate) acquistata.

In conclusione, considerando tutti i fattori, quella del cloud mining ad oggi è il metodo più conveniente di bitcoin mining. Non richiede alcuna conoscenza tecnica: sarà sufficiente registrarsi al sito, scegliere il pacchetto da acquistare e iniziare a guadagnare bitcoin.

By Crypto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *