Cos’è Ethereum – molto di più che una criptovaluta

Cos’è Ethereum – molto di più che una criptovaluta

Le numerose applicazioni della piattaforma Ethereum

Sebbene spesso sia associata esclusivamente al Bitcoin, la tecnologia della Blockchain ha tantissime altre applicazioni che vanno oltre le criptovalute.

Creare e codificare blockchain richiede però profonde conoscenze di programmazione, crittografia, matematica, e anche un significativo dispendio di risorse energetiche ed economiche. Questo è stato vero finora, ma l’avvento di Ethereum ha cambiato un po’ le cose. Grazie agli strumenti che mette a disposizione, sta rendendo possibile lo sviluppo di applicazioni che prima erano inimmaginabili: gestione delle votazioni elettroniche, registri per la proprietà digitale, trading ecc…

Considerare Ethereum esclusivamente come una delle centinaia di Altcoin è estremamente riduttivo. Vediamo di seguito quali sono le altre numerose possibilità offerte da questa piattaforma innovativa.

La Ethereum Virtual Machine

L’innovazione principale di Ethereum è sicuramente la EVM (Ethreum Virtual Machine) un software, attivo sulla rete di Ethereum, che semplifica il processo di creazione di una Blockchain e che rende possibile lo sviluppo e l’utilizzo di tutte le applicazioni rese possibili dalla piattaforma.

Ethereum come criptovaluta

Ethereum può essere considerate anche una criptomoneta, proprio come Bitcoin. Ma rispetto ad esso, ha delle differenze sostanziali.

Bitcoin offre solo una particolare applicazione della tecnologia della Blockchain: un sistema monetario elettronico peer-to-peer che consente pagamenti online in Bitcoin. La Blockchian di Bitcoin quindi è usata per tenere traccia delle transazioni (e quindi della proprietà) della moneta digitale.

Nella Blockchain Ethereum, il token Ether è usato dagli sviluppatori per pagare transazioni e servizi sulla piattaforma Ethereum. Per cui i miners, invece che minare criptomonete, lavorano (eseguendo transazioni e servizi) per guadagnare Ether.

Sviluppo delle dApp

Sviluppo delle dApp

Ethereum consente lo sviluppo di dApp, applicazioni decentralizzate, il cui codice viene eseguito nella Blockchain e che quindi non è controllato da nessun individuo o società (neanche dal creatore stesso del codice). Una applicazione decentralizzata può servire a diversi scopi. Bitcoin, per esempio, è una dApp che fornisce ai suoi utenti un sistema monetario elettronico peer-to-peer.

Sviluppo delle DAO

Sviluppo delle DAO

Ethereum può anche essere utilizzata per creare Organizzazioni Autonome Decentralizzate (DAO). Una DAO è una organizzazione al 100% autonoma, senza alcun leader (appunto, decentralizzata). Le regole e la struttura di una organizzazione tradizionale, in una DAO, sono sostituite da un codice che viene eseguito nella Blockchain. Nessuno è leader o proprietario di una DAO; essa appartiene a chiunque scambi il token relativo alla organizzazione. I token che l’utente possiede e scambia gli conferiscono il diritto di voto all’interno della DAO.

Lanciare nuove criptomonete

Alcuni sviluppatori stanno sfruttando Ethereum per lanciare altre criptovalute. Grazie al token standard ERC20, creato dalla Ethereum Foundation, gli sviluppatori possono rilasciare la propria versione del token e ottenere profitto creando una offerta iniziale (ICO). Gli sviluppatori della nuova moneta mettono in vendita una certa quantità di monete digitali, e in cambio ricevono Ether.

Il fenomeno delle ICO, reso possibile grazie alla piattaforma Ethereum, si sta diffondendo sempre di più. Basti pensare che, grazie a questo sistema, gli sviluppatori hanno guadagnato miliardi di dollari sono negli ultimi due anni, e che EOS, una delle criptovalute attualmente più valorizzate, è nata proprio grazie al token ERC20.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *